infanzia

Prenota i tuoi

prodotti

online

Laboratorio

galenico

e fitoterapia

carta

fedeltà

per te

Prenota il tuo appuntamento >>

Intolleranze alimentari

Food Intolerance Test

Anche tra i cibi quotidiani in apparenza "graditi ed innocui" se ne possono nascondere di potenzialmente dannosi, ovvero verso alcuni alimenti il nostro corpo potrebbe aver sviluppato le cosiddette intolleranze alimentari , identificabili tramite un apposito test.

Che cos’è il Food Intolerance Test?

Il "Food Intolerance Test" (test per le tolleranze alimentari, abbreviato F.I.T.) è una prova allergometrica che consente di individuare quali sono le proteine alimentari contro le quali l’organismo ha reazioni avverse. Queste reazioni sono dose-dipendenti (proporzionali alla quantità di alimento introdotto); i sintomi sono legati all’accumulo di sostanze non tollerate dall’organismo e compaiono con un certo ritardo rispetto all’assunzione del cibo, per questo non è possibile collegare in modo automatico cause ed effetti.

Come viene effettuato?

Il F.I.T. viene svolto attraverso un semplice prelievo di sangue sul paziente. Il Food Intolerance Test utilizza la metodica standardizzata ELISA che offre un alto grado di ripetibilità (> 90%), assolutamente ineguagliabile considerando che la reazione viene valutata in grado percentuale, per un numero di alimenti elevato (fino a 184). NatrixLab provvederà, all’interno dei propri laboratori, a testare il grado di reazione immunitaria nei confronti di estratti proteici da 46, 92 o 184 alimenti. Entro una settimana lavorativa, NatrixLab invierà via posta, oppure attraverso la piattaforma web, il risultato dell’analisi.

Chi lo deve fare?

Gli unici modi per capire se un alimento è compatibile con il nostro organismo sono l'odore, il sapore e l'assenza di effetti collaterali spiacevoli. Quindi il test Elisa per le intolleranze alimentari è rivolto in particolare a chi presenta dei disturbi o dei sintomi, a chi perciò potrebbe avere un'ipersensibilità individuale dovuta ad una predisposizione costituzionale o un eccessivo consumo di determinati alimenti. Questi soggetti potrebbero avere reazioni avverse innescate da alcune proteine alimentari, sostenute da anticorpi di classe G (IgG). Oggi si tende a definire, impropriamente, queste reazioni con il termine di intolleranze alimentari, anche se l’intolleranza vera e propria non coinvolge il sistema immunitario, ma solamente il metabolismo (es. intolleranza al lattosio).

Perché fare il Food Intolerance Test?

L’eliminazione e l’eventuale reintroduzione nella dieta quotidiana di questi alimenti permette un rapido e netto miglioramento della sintomatologia. È opportuno che la dieta ad eliminazione venga condotta con la supervisione di uno specialista della nutrizione. Le statistiche attuali dimostrano che una persona su dieci soffre di allergie alimentari ed almeno una persona su due soffre di intolleranze alimentari, pur senza saperlo! Riconoscere le intolleranze alimentari è compito del medico che grazie alla tecnologia del Natrix Food Intolerance Test può finalmente condurre il paziente verso una più sana e corretta alimentazione, nella consapevolezza che il cibo sia la “sua” principale medicina, come sosteneva Ippocrate.

Quali sono i possibili sintomi di un’intolleranza alimentare?

Zona Plus Test

È un test integrato per valutare, oltre al rapporto tra acidi grassi omega-6 e omega-3 (rapporto AA/EPA), altri due parametri fondamentali, l’insulina e la glicemia, che danno una valutazione più esaustiva della regolazione ormonale del metabolismo.

Perché fare il test?

Perché il giusto equilibrio tra le due famiglie di acidi grassi è fondamentale per il mantenimento o il ripristino delle condizioni di buona salute dell'organismo.

L’intervallo di valori indicato dallo Zona Test (quello corretto entro il quale collocare un buon rapporto AA/EPA è tra 1,5 e 5) è da considerarsi come un indice di benessere dell'organismo. Questo rapporto è alla base della prevenzione di patologie degenerative e cardiovascolari. Perché l’insulina è l’ormone anabolico per eccellenza ed è proprio questo fattore che regola l’immagazzinamento del glucosio e degli acidi grassi circolanti all’interno delle cellule. L’aumento della concentrazione di insulina nel sangue porta ad un maggior immagazzinamento di nutrienti che a lungo andare provocano aumento ponderale. Allo stesso modo si assiste all’insorgenza di insulino-resistenza. Grazie a questi due parametri è possibile calcolare l’indice HOMA, un’indice di rischio di insorgenza di diabete mellito di tipo II, patologia sempre più diffusa nella nostra società.

A chi è consigliato questo test?

Cosa fare dopo aver ricevuto il risultato del test?

Il risultato dello ZONA PLUS TEST permette di intervenire a 360° sull’alimentazione del soggetto perché dà:

Cardio Wellness Test (C.W.T.)

Diversi sono i parametri che devono essere presi in considerazione per valutare la salute del cuore e del sistema circolatorio. Al di là delle singole analisi che si possono fare per problemi specifici, un giudizio complessivo sullo stato del muscolo cardiaco può essere fornito dal Cardio Wellness Profile di NatrixLab.

Che cos’è il Cardio Wellness Test?

Il Cardio Wellness Test (C.W.T.) è il più completo screening preventivo del rischio cardiovascolare disponibile in Italia. È un indice di benessere del sistema cardiocircolatorio e consiste nella valutazione di 12 parametri sulla salute del cuore, con una integrazione secondo le ultime indicazioni della ricerca scientifica.

A cosa serve?

Serve a valutare il proprio rischio cardiovascolare e fornisce la base da cui partire per la prevenzione delle patologie cardiovascolari. Il Cardio Wellness Test permette quindi anche di capire se il proprio stile di vita e le proprie abitudini (alimentari e non) sono corrette, ed è un indicatore per correggerlo e prevenire l’insorgere di patologie come ipertensione, angina, ictus, scompenso cardiaco.

Quali sono i parametri del Cardio Wellness Test?

Ecco i 12 indicatori che vengono presi in considerazione nel test per determinare il grado di salute del cuore.

Anti-aging Profile

Non si può non invecchiare, ma si può fare molto per rallentare l’invecchiamento e alcune patologie ad esso collegate attraverso un corretto approccio terapeutico. L’AntiAging Profile è utile per valutare come attivarsi.

Che cos’è il test AntiAging Profile?

L’AntiAging Profile (A.A.P.) è un bilancio globale dello stress ossidativo, ovvero una valutazione dell’equilibrio tra la produzione di radicali liberi e il potere antiossidante. L’AntiAging Profile comprende il Free Radical Test (F.R.T.) per il dosaggio dei radicali liberi e l’Antioxidant Capacity Test (A.C.T.) per la valutazione del potere antiossidante.

Cos’è lo stress ossidativo? Che cosa provoca

Lo stress ossidativo è la dannosa conseguenza di una presenza troppo elevata di radicali liberi nell’ossigeno nel nostro organismo, ovvero una delle cause dell’invecchiamento precoce e dell’insorgenza di molti stati patologici.

I radicali liberi dell’ossigeno sono molecole altamente reattive con una potente azione ossidante, dannosa per l’intero organismo, quindi è importante che siano mantenuti entro livelli “normali”.

Lo stress ossidativo comporta l’invecchiamento della cellula e dei tessuti, quindi della pelle, con la comparsa di rughe e macchie cutanee.

A cosa serve il test?

L’AntiAging Profile è indicato per fare il bilancio del proprio stato di invecchiamento e di salute verificando il livello di radicali liberi presenti nel nostro organismo, ma anche il potere antiossidante.

Test Anti invecchiamentoA chi è consigliato? Chi dovrebbe farlo?

L’AntiAging profile è consigliato a tutti, anche ai soggetti in condizioni di buona salute. Infatti tutti siamo esposti a fattori di rischio come raggi ultravioletti, inquinanti, contaminanti degli alimenti, ecc.

Il test è indicato per soggetti esposti a fattori pro-ossidanti (abitudini alimentari scorrette, contatto con sostanze inquinanti sul luogo di lavoro, inadeguata attività fisica). È consigliato a tutti i pazienti con diagnosi di patologie correlate con lo stress ossidativo (artrite reumatoide, aterosclerosi, diabete, M. di Alzheimer, ecc..) e nel caso di integrazione con acidi grassi polinsaturi (es. Omega-3). È inoltre indicato per il controllo di particolari trattamenti farmacologici (radioterapia e chemioterapia, anticoncezionali, cortisone).

Evidenziata una condizione di stress ossidativo, l’AntiAging Profile permette di prevenirne o ottimizzarne le conseguenze attraverso approcci terapeutici specifici (alimentari e di integrazione).

Contattaci per avere maggiori informazioni contattaci o visita il sito

Farmacia Della Concordia | Corso Bigliati 24, 17012 Albissola Marina (SV) | Tel :019 481616 | p.iva 01365400090